GRUEMP Competenza trasversale Fiducia di Sè e Autostima

Cos’è l’AUTOSTIMA, perché e come svilupparla.

andreafrasson
FacebookLinkedInTwitterWhatsAppEmail

L’autostima innanzitutto è una competenza soft (trasversale o esistenziale) che riguarda la capacità di avere coscienza dei giudizi valutativi che ogni persona dà a se stesso. Queste valutazioni tengono conto di molteplici fattori, tra cui la fiducia in se stessi e nelle proprie risorse o potenzialità e l’evidenza di efficacia che ne otteniamo dal feedback sociale che ricaviamo dalle nostre relazioni con gli altri e con il mondo. Essa può essere costruita giorno dopo giorno attraverso specifiche strategie di gestione cognitiva, emozionale e relazionale. Tre aspetti fondamentali che ritroviamo sempre nelle diverse definizioni di Autostima sono:

  • Il fatto che in ogni persona è presente e attivo un sistema che consente di auto osservarsi o auto esplorarsi e conseguentemente di auto conoscersi e dunque di auto comprendersi.
  • Un altro aspetto è di tipo valutativo cioè creiamo e diamo continuamente un giudizio generale di noi stessi.
  • Altro criterio importante e sempre presente è quello affettivo, cioè la capacità di valutare e considerare in modo positivo o negativo le esperienze percepite e vissute.

Possiamo allora intendere l’autostima come strettamente connessa con il concetto della fiducia in sé se la consideriamo come il risultato scaturente dal confronto tra i successi che una persona ottiene realmente e le aspettative proprie o di altri in merito a questi risultati. Essendo l’umano un soggetto per sua natura sociale, l’impatto che le interazioni con gli altri genera nella nostra autostima è rilevante, creando una sorta di costante valutazione riflessa di ciò che altri pensano di me e dei miei comportamenti.

Due aspetti strutturali che interagiscono con il processo di strutturazione della nostra autostima sono: il sé reale e il sé ideale.

  • Il sé reale è una visione oggettiva delle proprie capacità; che ci estrapoliamo dall’osservazione di ciò che effettivamente siamo in grado di fare.
  • Il sé ideale invece è l’idea di come una persona vorrebbe essere, una sorta di parametro ideale di riferimento.

Perché svilupparla?

Sviluppare l’autostima è di fondamentale importanza ed è un’esigenza che ci accompagna fin da bambini. Avere una buona ed equilibrata autostima ci permette di:

  • affrontare in modo propositivo le sfide che la vita ci pone
  • sviluppare relazioni interpersonali gratificanti
  • comprendere quali sono i nostri comportamenti di successo
  • comprendere e valorizzare le nostre qualità
  • mantenerci motivati, aperti ed entusiasti di fronte ai cambiamenti
  • avere consapevolezza sui nostri punti di forza e sui punti deboli
  • saper ideare e agire strategie che ci diano benessere

Come svilupparla?

Molto di ciò che riguarda l’autostima si crea nei primi anni della nostra infanzia e l’impegno nel mantenerla ad un livello per noi accettabile e mediamente elevato ci accompagna poi per tutto il resto della nostra vita. L’eccesso di autostima può però avere degli effetti controproducenti, dannosi e persino pericolosi; ecco perché per sviluppare l’autostima è molto importante:

  • accettare il confronto con le altre persone soprattutto con opinioni diverse
  • sviluppare un senso di oggettività dei vissuti personali
  • fare periodicamente un bilancio delle proprie competenze
  • spostare l’attenzione sui nostri successi anziché troppo sugli insuccessi
  • gestire con responsabilità e autodisciplina le proprie azioni
  • saper difendere concretamente le nostre scelte
  • imparare a riconoscere e dare valore alle nostre caratteristiche

L’autostima dunque si crea attraverso l’interazione tra i risultati delle nostre esperienze vissute confrontati con le aspettative ideali che avevamo. Più alta sarà la differenza tra ciò che si è e ciò che si vorrebbe essere, minore sarà la stima di noi stessi.

Risulta molto importante riattivare questa importante competenza, in quanto credenze negative radicate relative a se stessi e al tipo di persona che siamo, confermandosi nel tempo vengono ritenute delle verità concrete imprescindibili dalla nostra identità, con effetti negativi sulla nostra vita. I disagi derivanti da una scarsa autostima possono protrarsi e ampliarsi causando problematiche anche gravi, come l’essere vittime di abusi, il sentirsi costantemente a disagio, l’avere timore costante di fallire, fino a giungere anche a forme di depressione. Quando il livello di autostima è troppo basso per un tempo molto prolungato diventa molto alto il rischio di rendere molto più complessi e impegnativi i tentativi di risollevarsi nella vita personale e professionale.

Per riattivare, potenziare e allenare questo tipo di competenza alla quale nella maggior parte dei casi non siamo stati culturalmente abituati, oggi giorno ci vengono in aiuto esperienze formative di sviluppo e motivazione personale a carattere esperienziale come Corsa nella Luce corso base del percorso Avventura Vincente di GRUEMP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × tre =