Richiedi informazioni

GRUEMP: una vision lungimirante, sempre attuale

formazioneamica
FacebookLinkedInTwitterWhatsAppEmail

Intervento di Claudio Frasson – Evento del trentennale di GRUEMP

GRUEMP nacque 30 anni fa e credo sia interessante riformulare e spiegare il nome della nostra azienda e il nome del nostro progetto formativo. Questo tema è stato oggetto a suo tempo di profonde riflessioni tra me e mio fratello Damiano. Ricollegandomi all’articolo precedente già pubblicato ,“Evolvere come persone in modo sostenibile”, vale la pena soffermarsi per qualche minuto sulla particolarità dell’acronimo GRUEMP e comprendere soprattutto quanto questa Vision sia ancora molto attuale.

G | GESTIONE = Managerialità

Nel 1993 ci siamo detti: «La società è in continuo cambiamento e nel futuro renderà vecchi molti dei modelli sociali e professionali di riferimento, dove l’unica costante sarà il cambiamento». Abbiamo pensato che “la capacità di rinnovarsi e riprogettarsi diventeranno fondamentali”. “C’è bisogno di aiutare le persone ad avere un atteggiamento e un approccio tipicamente MANAGERIALI, delle loro competenze e dei loro progetti di vita”.

Già in quei tempi, come ancora oggi, le persone avevano estremo bisogno di imparare a ragionare, organizzarsi, gestirsi appunto, come fa responsabilmente un IMPRENDITORE, come fa un MANAGER. Ieri come oggi ci serve AVERE UNA MENTE MANAGERIALE. La vita è il BUSINESS più importante che ognuno di noi ha tra le proprie mani. Anche la famiglia può essere considerata come un’azienda; anche se i contesti e le finalità sono diversi, molti aspetti di gestione sono simili, come si trattasse di una Piccola Impresa.

Le persone che hanno intrapreso progetti di vita gratificanti hanno dedicato tempo ed energia a coltivare il proprio capitale umano e le proprie attitudini, mettendo poi a disposizione di altri idee, conoscenze, opportunità, esperienza, innovazioni.

R | RELAZIONI = Collegamento di scambio

Nel 1993, dopo qualche mese, ci trovammo a correggere nel nostro acronimo il riferimento a RISORSE UMANE (concetto molto in voga e tuttora caratteristico dei servizi rivolti alla formazione delle persone soprattutto nel mondo aziendale).

Abbiamo così cambiato il concetto di RISORSE UMANE con quello di RELAZIONI UMANE che, in quegli anni, non era assolutamente utilizzato, tantomeno compreso dal mondo della formazione. Un concetto che invece voleva essere un fondamentale ancoraggio del nostro imprinting formativo; in effetti dopo tanto tempo questa idea possiamo dire sia stata corretta ed efficace.

Tutto nel mondo, in NATURA e intorno a noi, è basato su RELAZIONI

  • Sono collegati e in relazione tra loro i pianeti
  • Sono collegati e in relazione tra loro le piante e gli animali (noi umani compresi)
  • Sono collegati e in relazione tra loro le energie fisiche, chimiche, biologiche
  • Sono collegati e in relazione tra loro le persone e le persone con la Natura
  • Sono collegati e in relazione tra loro le persone con i loro artefatti (tecnologie, macchine, strumenti)
  • Sono collegati e in relazione tra loro i continenti, i popoli, le culture, le nazioni, i mercati.

Sono collegati e in relazione tra loro i “BUONI”. Purtroppo, sono collegati e in relazione tra loro anche i “CATTIVI”. Tutto è collegato e non è una scoperta di oggi, ma, a quanto pare, sembra che questo concetto stia diventando solo da pochi anni una NUOVA CONSAPEVOLEZZA per le persone comuni. Tutto si gioca sulla qualità delle nostre RELAZIONI con ciò che è intorno a noi.

Le Relazioni non sono neutre, implicano un percorso verso e con qualcuno o qualcosa. Bisogna interagire e dialogare per condividere percorsi di vita sostenibili. Le Relazioni sono paragonabili ad un muscolo che se non si usa si atrofizza e per riattivarlo bisogna rieducarlo, altrimenti funziona male. Le relazioni esistono dentro di noi e ci strutturano come esseri umani pensanti. Tutto il nostro corpo biologico, fisico, emozionale, mentale è strutturato sulle relazioni e sul feedback.

Claudio Frasson GRUEMP 30 anni

U | UMANE = Proprie della persona

Noi ci occupiamo di formazione, ma alcuni criteri, conoscenze e competenze su criteri psicologici di base sono ovviamente importanti anche nel nostro ambito. Quindi per afferrare meglio questo aspetto “UMANO”, rimanendo ancora un attimo sulla centralità del termine “PERSONALE”, abbiamo scelto tra i molti possibili riferimenti teorici i 5 postulati – criteri – trattati provenienti dalla psicologia umanistica, concetti semplici e facilmente comprensibili:

  • 1° L’uomo in quanto uomo è un sistema vivente quindi più della somma delle sue parti.
  • 2° L’uomo acquisisce il suo essere all’interno di un contesto umano.
  • 3° L’uomo è consapevole di sè stesso.
  • 4° L’uomo è dotato della capacità di scelta.
  • 5° L’uomo è un essere intenzionale.

La persona è un individuo libero di evolvere a cui guardare con una prospettiva pluridimensionale e personalizzata. Ciò che dovrebbe interessarci è la sua salute mentale, emozionale e biologica oltre al suo benessere pratico e sociale. L’uomo nasce naturalmente libero, responsabile e senza alibi, istinto e ragione si integrano piano piano. L’uomo nasce “buono” in natura, ma crescendo nei vari ambiti sociali e culturali può anche imparare a corrompersi con usi, costumi e abitudini malsane che lo allontanano dal benessere e dalle sue migliori capacità. L’uomo, attraverso la capacità di scelta, può però evolvere in modo sano, utile e costruttivo per sé e per gli altri.

E | CONGIUNZIONE = Aggiunge, coordina, rafforza

Abbiamo pensato: “Dobbiamo imparare a gestire la complessità delle Relazioni Umane, ma se manca la Motivazione una persona come fa? Non riesce!” Quindi serviva un collegamento, un LINK diciamo oggi, una relazione appunto, una connessione che rafforzasse quello stretto legame tra l’Umano e la sua Motivazione. Un legame funzionale ad ogni apprendimento. Ecco quindi che la lettera E di GRUEMP non è CASUALE. Non l’abbiamo messa solo per far venire fuori bene il nome della nostra azienda.

Claudio Frasson GRUEMP 30 anni

M | MOTIVAZIONE = Avere un motivo per agire

A dire la verità tutti noi scopriamo che abbiamo molti motivi per agire. La dinamica motivazionale e soprattutto le modalità di come gestirla dentro di noi è senz’altro fondamentale per ogni persona.

  • Come si può imparare qualcosa di nuovo?
  • Come ci si può allenare su aspetti nei quali siamo più in difficoltà?
  • Come passiamo dal percepire, al far crescere dentro di noi, al saper gestire una forte motivazione personale?

La nostra MOTIVAZIONE sta neurologicamente in quello che è chiamato “POTENZIALE D’AZIONE”. Riguarda uno dei funzionamenti fondamentali del nostro cervello che è in comunicazione organica, biochimica ed elettrica con tutto il nostro corpo, attraverso il sistema nervoso.

Queste modalità di comunicazione tra i nostri neuroni sono naturalmente funzionanti ma ciò che scambiano e ciò che generano dipende sia dalle nostre caratteristiche genetiche sia da come riusciamo ad utilizzare i nostri pensieri e da come gestiamo le nostre emozioni nel contesto culturale in cui cresciamo e viviamo. In pratica per imparare a gestire la nostra motivazione, magari per superare momenti difficili della nostra vita, dobbiamo imparare ad utilizzare le facoltà e le potenzialità straordinarie del nostro cervello, applicate alle nostre conoscenze, competenze ed esperienze.

P | PERSONALE = Persona responsabile

Quest’ultima lettera del nostro Acronimo GRUEMP riveste il ruolo forse più centrale ai fini dell’apprendimento. Abbiamo voluto attribuire ad ognuno la RESPONSABILITÀ diretta del proprio miglioramento, del proprio stile di vita, pensando non tanto ad un senso di responsabilità vissuto come “PESO” o come “MERITO”, ma pensando ai RISULTATI che le persone avrebbero ottenuto con il loro impegno. Ognuno infatti, soprattutto se adulto, è giusto che venga fortemente responsabilizzato. Ma più ancora che si senta, egli stesso, responsabile delle proprie azioni e delle conseguenze che le azioni hanno su sé stesso, sugli altri e sul mondo.

Dopo alcuni anni abbiamo verificato e riscontrato che in ambito educativo in primis e nella formazione degli adulti poi si stava facendo spazio sempre di più il concetto di Apprendimento Formativo Autodiretto, che si è poi evoluto in Self Empowerment. Avere la capacità di esercitare la propria influenza sugli eventi.

Insomma siamo felici di aver colto nel segno anche su questo aspetto. Ognuno, partecipando ad un corso GRUEMP, si deve assumere la responsabilità personale di come arriva ad intraprendere l’esperienza di un corso, (in termini di voglia di imparare, di focalizzarsi sulle esperienze della vita, di sua disponibilità anche alla condivisione) perché dopo ogni corso tocca alla persona impegnarsi nell’applicare ciò che ha riscoperto o appreso, sperimentato o rifocalizzato.

Conclusione

In conclusione vorrei lasciarvi con uno stimolo, una riflessione su un concetto fondamentale utile a chi decide di intraprendere un percorso o un servizio di formazione con GRUEMP: “Chi cerca scorciatoie, trucchi, illusioni, bacchette magiche, miracoli o qualcos’altro del genere è pregato di rivolgersi altrove, non a noi, non a GRUEMP”.

Da sempre siamo orientati a promuovere nelle persone e nelle organizzazioni il miglior grado possibile di: consapevolezza, coerenza, pragmatismo, qualità.

Claudio Frasson
Formatore esperienziale soft skills
Coach esperto in Business Coaching

2 thoughts on “GRUEMP: una vision lungimirante, sempre attuale

  1. La mia esperienza con Gruemp iniziata il 19/04/1999 è stata fondamentale per il proseguo della mia vita.
    Non ho eliminato i problemi, li gestisco, li vivo e sono felice.
    Grazie Gruemp
    Vi voglio Bene.

  2. Bellissimo ricordare come è nato il nome Gruemp‼️ Grazie e mi piace la frase finale che ci ho cerca bacchette magiche non è a voi che deve rivolgersi.. fa riflettere molto e mi rende orgogliosa di aver creduto in voi e in me stessa ben 19 anni fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *